Il termine escursione ha il significato di uscita fuori porta sia essa per mare, terra o urbana.

La durata può essere di qualche ora fino a qualche giorno.

Ad un sta sono richieste alcuna capacità.
Alcuni possono averle innate, ma tutti possono acquisirle, non esiste la frase non sono capace.
Una massima che rende bene l'idea è volere è potere.
Semmai è ammissibile il non l'ho mai fatto, proviamo:

foto attrezzatura esausta foto attrezzatura esausta foto attrezzatura esausta foto attrezzatura esausta

Per imparare tutto questo esistono scuole, che offrono corsi di sopravvivenza, oppure i corsi del CAI, o anche i corsi che diverse associazioni di sti propongono ai principianti.

L'unica cosa che non manca sono le offerte inerenti alla preparazione: ogni città di provincia ha una sede del CAI, spesso dove non esiste il CAI esiste in ogni modo un'associazione.

Non sono un istruttore. Questa √® la sola ragione per cui non mi dilungo oltre per spiegare il come, dove e quando fare un'escursione, così non ha senso che dica il perché lo faccio.

Chi mi ama non chiede mai nè dove, come, quando e perché, semplicemente è con me. Questo mi basta. Anzi è il più bel dono che abbia mai ricevuto ed è la sola ragione che mi spinge a non rinunciare e soprattutto ad avere sempre in ogni momento un unico buon motivo per tornare a casa.

Ribadisco che i principali pericoli durante un escursione sono la disidratazione e le vesciche ai piedi.

I percorsi sono spesso segnalati o da segnavia bianco/rosso per sentieri del CAI, oppure bianco/azzurra per sentieri locali, giallo/blu per equestri, MTB per mountain-bike, dal disegno stilizzato del pellegrino o dalla conchiglia per i percorsi della fede.